home

“Suoni  e visioni fattisi parole nel viaggio hanno la doppia potenza magica e ambivalente di illuminare, risuonare, aprire spazi e tempi infiniti, aldilà dell’aldiquà; ma hanno al contempo anche il potere funesto di chiudere, nelle polverose tombe di camere museali e archivistiche, abitate dalla figura, dalla solidità del monumento. Queste meraviglie, belle addormentate, avvelenate temporaneamente o per sempre perdute, sono in attesa perenne di magie: un suono e/o una parola, uno sguardo un po’ diverso, uno sguardo amoroso che le liberi, le risvegli e le illumini – di sentimento e di senso.”
 
“Sound and vision have the miraculous yet ambivalent ability to illuminate and resonate,to open up space and time: here-there, there-here.At the same time, they also have the dire power to close, to imprison their object in the dusty burial chambers of museums and archives, inhabited by the figure and by the solidity of the monument.They wait for a sound and/or a word, a slightly different look….,